Processo di marketing: pianificazione strategica

Oggi ti proponiamo la lettura di questo articolo, dedicato alla costituzione di un perfetto processo di marketing in soli 6 passaggi.

Per prima cosa devi avere ben chiaro a che punto tu sia nel processo di marketing.

Se non sai rispondere a questo, a volte è davvero difficile capire ciò che si voglia ottenere, e rimanere obiettivi nei propri ragionamenti. Dai un’occhiata ai 6 passi, che trovi elencati di seguito.

1. Analisi della situazione

Inizia subito con l’analisi della situazione.

Non è un punto critico da sviluppare: definisci per quale azienda si stia facendo il piano, quale sia la sua storia, l’inizio, come abbia avuto successo.

Poi passa alla parte concreta descrivendone la missione, il target, gli obiettivi, le strategie, l’organizzazione, la struttura e le tattiche.

Ti suggeriamo di prendere come esempio il Modello di Abell: è uno strumento molto importante che dimostra come un ricercatore riesca a comprendere bene le esigenze di un’azienda.

Per fare un business plan bisogna avere una ragione e la devi riportare nel primo paragrafo dell’analisi, ma non è necessario che ci sia a monte la definizione di un problema, spesso perché l’azienda ha semplicemente necessità di un business plan.

Spiegare la storia dell’azienda rende più facile da leggere il business plan al cliente, perché spesso si incontrano molti ostacoli nella comprensione del documento.

Definisci adesso in quale attività commerciale l’azienda sia impegnata, quindi parla dei suoi prodotti e delle necessità, aggiungendo l’analisi dei concorrenti.

2. Analisi esterna

Inizia con una macroanalisi DESTEP (demografica, economica, sociale, tecnologia, ambientale, politica).

Dopo puoi fare la MESO analisi valutando diversi aspetti tra cui la distribuzione, il settore di appartenenza, i concorrenti, i compratori, i venditori.

Termina con l’utilizzo del modello 5 Forces di Porter, altrimenti trova il modo di stabilire se il mercato sia interessante o meno.

Questo è davvero un buon sistema per concludere ed arrivare a prendere una decisione.

3. Analisi interna

Procedi all’analisi interna, fatta sull’azienda stessa che andrai a menzionare. Ricordati di analizzare anche i 7 fattori di Mc Kinsey.

4. Analisi finanziaria

Non dimenticare l’analisi finanziaria, citando i punti di forza e le debolezze dell’azienda, combinate all’analisi SWOT.

Attento al seguente punto chiave: descrivi quali siano le cause e gli effetti dell’attuale situazione, per risolvere il problema e stabilire una strategia.

Analizza quindi il portafoglio e concludi con una delle seguenti opzioni:

strategia 0: continuare in questo modo

strategia da 1 a 3: scelta di Porter, T&W, Ansoff, Blue Ocean, Strategic Alliance ecc.

Confronta i punti con la SFA Matrix (Johnson & Scholes) per avere la certezza di giungere ad una risposta corretta.

5. Strategia di marketing

Presta attenzione a questi termini: segmentare, definire i target, posizionare.

Definisci la clientela dividendola in segmenti, ad esempio applicando una suddivisione per area geografica e demografica.

Identifica la clientela desiderata, ad esempio quella di nicchia, differenziata per alcuni tipi di gruppi o solo target.

Una volta stabilito il target è possibile realizzare la matrice di posizionamento, per distinguersi dai concorrenti ed occupare una posizione forte sul mercato.

6. Piano di ampliamento

Esso è composto da un mix di elementi quali il prezzo, il prodotto, il luogo (dove si può trovare il prodotto, anche online o sul sito web) e la promozione, fatta con un adeguato piano di marketing.

 

Cosa ne pensi?

Ti abbiamo fatto riflettere?

Se ti interessano altri articoli su questo argomento, continua a leggerli sul nostro BLOG

Contattami

HAI BISOGNO DI SUPPORTO PER MIGLIORARE LA TUA IMPRESA O STARTUP?

Contattami subito per una consulenza gratuita e scopri come posso aggiungere valore alla tua impresa.

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
Twitter
WhatsApp
Facebook
Pinterest
Telegram

Segui anche il mio canale youtube
e il mio blog sul business plan e piano marketing

Puoi trovare utili anche

Andrea Dama consulente

Sono un Consulente di Direzione Aziendale con 20 anni di esperienza.

Ho una conoscenza dell’impresa a 360 gradi che mi permette di individuare le aree di miglioramento e di creazione di valore per le aziende mie clienti.

WhatsApp chat